Come vendere online

Identifica la tua nicchia o settore

È veramente questa la prima cosa da fare? Assolutamente si!

Attualmente, ci sono milioni di prodotti venduti oline. Se da un lato questo potrebbe sconcertarti un pò, dall’altro dovrebbe farti pensare che forcalizzandoti sul prodotto, potresti involontariamente ritrovarti in migliaia di “settori”.

Supponendo che non stai cercando di vendere i “soliti” prodotti, i materiali di consumo o simili, identificare una nicchia per iniziare la tua attività di e-commerce ti servirà per determinare un perimetro chiaro all’interno del quale ti attiverai per definire la tua strategia di vendita.

Conoscere i problemi e le opportunità di mercato

Il punto di partenza sta nel comprendere subito che la maggior parte dei prodotti di nicchia tende a risolvere un problema che la maggior parte dei potenziali clienti si trova ad affrontare. Con questo “in mente”, sarai in grado di identificare chi sono i consumatori.

Al momento, non è facile capire automaticamente un’esigenza tramite la pubblicità, quindi puoi usare strumenti più o meno complessi per l’inbound marketing.

Un modo semplice per farlo è leggere il feedback dei consumatori dalle piattaforme social. Puntando al “bisogno” o all’impulsività definirai una parte della tua strategia di vendita.

Ci sono strumenti molto avanzati che possono aiutarti a individuare una nicchia redditizia anche nel tuo settore. Sono facili da usare e ti aiutano e a fare proiezioni realistiche.

Gli strumenti migliori per vendere online

Ora, qui è dove le cose diventano un po ‘pratiche.

A differenza di un negozio fisico in cui è necessario un luogo fisico in cui gli acquirenti possono arrivare, la vendita online richiede una piattaforma che consenta di caricare virtualmente tutti i prodotti.

La prossima mossa audace è quella di costruire un negozio online che sia visibile non solo ai potenziali acquirenti, ma anche reattivo e ottimizzato per correre contro ogni previsione. Ci sono così tante opzioni tra le quali scegliere.

Potresti voler creare un negozio di e-commerce o di vendere tramite canali di vendita di terze parti (come Amazon, Ebay, Alibaba, Facebook ecc). Oppure di fare entrambi.

Se decidi di creare un negozio online puoi orientarti verso diverse piattaforme software.

Ma quale piattaforma software utilizzare per creare un sito ecommerce? Come capire qual è la più adatta alle tue esigenze?

Se ti rivolgi ad una web agency ti chiederebbe di investire alcune migliaia di euro per creare un sito e-commerce. Tuttavia la Rete offre una serie di prodotti open source.

Le valutazioni da fare in questo senso sono molte. Dalla multicanalità, alla lingua che dovrà parlare l’ecommerce. Molto dipende dal numero di prodotti che venderai e dal tipo di gestione di magazzino che avrai.

Le piattaforme principali sono: Magento, WooCommerce, OpenCart, OsCommerce, PrestaShop.

La fase di selezione del sistema ecommerce da usare, sarà un lavoro che dovrai fare tu come imprenditore insieme a qualcuno che comprenda bene i processi della tua attività.

Ricordati che gli strumenti consentono di sfruttare opportunità e funzioni, ma non si sostituiscono al tuo intuito!

Fai uso delle “parole chiavi”

Il motori di ricerca sono molto più intelligente di quanto pensi e eveolvono costantemente. Il 92% degli acquisti di beni o servizi passano attraverso una ricerca.

Se hai intenzione di gestire un negozio online che ti dia un vantaggio rispetto ai tuoi concorrenti, devi renderlo visibile ai motori di ricerca, quindi ai tuoi potenziali clienti.

Le pagine dei prodotti del tuo sito di e-commerce devono avere una posizione primaria nei motori di ricerca.

Perché le persone dovrebbero entrare nel tuo  negozio invece che andare in quello di un tuo concorrente?

Come per i negozi fisici, i clienti “entrano” nel tuo negozio se:

  • sanno che esisti
  • riconosce in te o nel tuo negozio un reale valore
  • sa quello che vendi
  • sei unico, e non la fotocopia di tanti altri

Per far sapere che esisti, quello che vendi e cosa ti distingue dagli altri, nell’ecommerce puoi utilizzare diversi modi. Oltre alle parole chiavi per i motori di ricerca, il modo migliore è il marketing “digitale”.

Padroneggiare il marketing digitale del tuo ecommerce sarà fondamentale per il tuo successo.

Se vuoi  essere posizionato nella mente delle persone come il primo posto in cui devono andare nel momento in cui vogliono comprare i tuoi prodotti o servizi, puoi contattarmi direttamente

 

Fai crescere la tua attività

Una volta che la tua attività è decollata e che stai ricevendo gli ordini, dovrai elaborarli e evaderli il più rapidamente possibile.

Questo può iniziare a diventare una sfida man mano che la tua base di clienti cresce e dovrai bilanciare il tempo che trascorri in diverse attività aziendali con la capacità di fornire un eccellente servizio clienti.

È qui che spesso le nuove imprese iniziano a lottare se non sono preparate, quindi è importante disporre degli strumenti necessari per crescere e sostenere la propria attività.

 

Per comprendere le tendenze del tuo negozio dovrai avere a disposizione molti dati: i tempi di spedizione, i tempi di approviggionamento, il numero di ordini, il valore medio di un ordine, le visite al sito, le pagine che funzionano di più, quelle che funzionano meno, capirne i motivi.

Dovrai avere anche la possibilità di pianificare il tuo inventario e pianificare le promozioni. Questa conoscenza ti aiuterà a migliorare il tuo marketing mostrandoti cosa ha portato i visitatori al tuo sito web.

Dove vendere i prodotti online

I venditori online più intelligenti vendono su più canali. Questo che significa mettere i prodotti in vendita su più di un sito Web o mercato.

Immagina che la vendita multicanale assomigli ad una ruota. Il tuo sito Web di e-commerce funge da “hub” centrale per la tua attività. Qui puoi mostrare le informazioni sul tuo brand e sulla tua azienda, è il tuo sito ecommerce. I “raggi” esterni della ruota sono i singoli canali su cui vendi i tuoi prodotti, sono siti Web di terze parti come Amazon o Ebay.

eCommerce multi-canale

Il tuo sito di ecommerce deve disporre di integrazioni con molti dei canali di terze parti. Ciò significa che il tuo ecommerce dovrà essere utilizzato per “pubblicare” i tuoi prodotti e gestire le vendite su canali esterni e sul tuo sito web stesso.

Non tutti i canali funzionano allo stesso modo. Alcuni ti consentono di pubblicare prodotti anche se non hai un sito Web, mentre altri richiedono di creare un sito Web prima ancora di poter iniziare.

Ovviamente questo vale se il tuo modello di business prevede un sito ecommerce di tua proprietà e quindi un tuo brand. In caso contrario starai utilizzando ciascuno di questi canali separatamente.

La maggior parte dei mercati ha anche restrizioni sui tipi di prodotti che puoi vendere, di solito per aiutare a proteggere quel mercato da determinati tipi di responsabilità.

Tuttavia, è spesso possibile utilizzare questa restrizione a proprio vantaggio. Ad esempio, Amazon non consente la vendita della maggior parte delle apparecchiature di svapo, come mod, serbatoi o e-liquid, ma sono consentite le vendite di determinati accessori.

Se desideri aprire un negozio di vaporizzatori online, dovresti tenere la maggior parte dei tuoi prodotti fuori da Amazon, ma potresti comunque vendere custodie, cavi per caricabatterie e accessori di svapo simili su Amazon.

I clienti che trovano i tuoi prodotti Amazon e imparano a fidarsi del tuo marchio probabilmente visiteranno il tuo sito Web alla ricerca di altri prodotti che Amazon non ti consentirà di elencare.

È possibile utilizzare questa strategia su qualsiasi marketplace che vieti determinati prodotti consentendo al contempo i relativi accessori. Assicurati di controllare i Termini di servizio del marketplace o le altre linee guida del venditore per sapere esattamente cosa è permesso e cosa no.

La checklist per vendere online

Mentre organizzi la tua attività e il tuo sito Web, puoi fare riferimento a questo elenco per mantenere

traccia di tutto ciò che devi fare prima che il tuo negozio online diventi operativo.

 

  • Ottieni tutte le licenze necessarie per gestire un’azienda nel tuo settore
  • Assicurare che il tuo negozio online disponga di tutta la sicurezza necessaria per proteggere le informazioni dei tuoi clienti
  • Scegli il tuo brand o marchio
  • Scegli un design che funzioni per il tuo marchio
  • Impostare una struttura di categoria adeguata per i tuoi prodotti
  • Aggiungere tutti i prodotti che si desidera avere disponibili al momento del lancio
  • Organizza e pubblica le tue politiche di spedizione, resi e privacy sul tuo sito web
  • Impostare almeno un’opzione di pagamento
  • Impostare le aliquote fiscali corrette
  • Impostare i metodi di spedizione
  • Pubblica le informazioni di contatto della tua attività sul tuo sito con un mezzo per fornire assistenza ai clienti

 

eCommerce multi-canale

Vendi su Facebook

Facebook è una fantastica piattaforma di social media per interagire con i clienti e aiutare la tua attività a farsi conoscere, ma sapevi che puoi vendere prodotti direttamente dalla tua Pagina aziendale di Facebook? Il tuo negozio di Facebook potrebbe essere collegato al tuo sito di ecommerce in modo da poter gestire tutte le vendite di Facebook e le vendite del sito Web dallo stesso posto, con una gestione dell’inventario integrato. Mantenere tutto sincronizzato in questo modo ti farà risparmiare un sacco di tempo e fatica.

Vendi su eBay

Milioni di clienti visitano eBay ogni giorno alla ricerca di grandi offerte su migliaia di tipi di prodotti. Anche se eBay è meglio conosciuto per le aste, sappi che puoi anche creare una vetrina eBay in cui offri un assortimento di articoli a prezzi fissi. In modo simile a Facebook, il tuo sistema di ecommerce dovrà permetterti di caricare i prodotti direttamente su eBay e gestirne le vendite.

Vendi su Amazon

Amazon è uno dei più grandi mercati al mondo e la prima tappa per milioni di acquirenti di tutti i giorni. Come per gli altri canali, il tuo inventario dovrebbe essere sincronizzato.

Vendi su Instagram

La vendita su Instagram richiede un negozio di Facebook. Una volta che la tua Pagina aziendale di Facebook è pronta e i tuoi articoli sono disponibili per la vendita, puoi collegare il tuo profilo aziendale Instagram ad esso.

Vendi su Google

Google è il motore di ricerca più popolare. Puoi vendere i tuoi prodotti su Google Shopping e su Google Ads caricando le informazioni sui tuoi prodotti tramite un feed per gli acquisti. Queste schede di prodotti verranno visualizzate nei risultati di ricerca di Google e su Google Shopping. Il modo più semplice per ottenere tutti i tuoi prodotti su Google è sincronizzare i prodotti del tuo ecommerce con quelli di Google Shopping.

Vendi su Pinterest

Pinterest è una piattaforma divertente che semplifica la condivisione di contenuti e milioni di utenti lo navigano ogni giorno. Esistono diversi modi per vendere prodotti su Pinterest, tra cui pin acquistabili, pin ricchi e pin sponsorizzati e altro ancora. Ogni tipo di pin funziona in modo leggermente diverso per far vedere i tuoi prodotti ai visitatori e fornire loro un modo rapido per acquistarli. Uno dei metodi migliori è Shop the Look Pins, perfetto per la moda e l’arredamento. Spesso le persone navigano su Pinterest per trovare ispirazione e, con Shop the Look Pin, i singoli prodotti vengono evidenziati nell’immagine per aiutare i clienti ad acquistare gli articoli giusti per duplicare l’aspetto in mostra. Puoi anche utilizzare Pin sponsorizzati, che funzionano come annunci a pagamento per il tuo marchio per indirizzare le persone sul tuo sito web.

Se vuoi sapere come fare per

essere posizionato nella mente delle persone come PRIMO POSTO in cui devono andare nel momento in cui vogliono comprare i tuoi prodotti o servizi, puoi contattarmi direttamente

Come vendere online

Le sette mosse per vendere di più con un ecommerce

Primo Passo
Scegli quali prodotti vendere

Decidere cosa vendere è una decisione cruciale, soprattutto se hai una vasta gamma di prodotti.o servizi.

Il modo migliore per prendere questa decisione è iniziare con un segmento di alcuni prodotti o servizi e poi restringerlo a una nicchia. Oppure, scegli una nicchia e focalizzati su quella.

Se invece hai pochi prodotti, dovrai capire a quali regole di mercato sei soggetto e capire cose rende unico ciò che tu vuoi vendere.

In generale la scelta di una nicchia più piccola facilita l’eccellenza in una determinata area e riduce la concorrenza.

Ad esempio, per un nuovo negozio di articoli per la cucina ti troveresti a far fronte alla forte concorrenza di grandi marchi affermati che vendono una gamma completa di articoli. Anche se hai un grande numero di referenze di prodotto, sarebbe molto impegnativo gestire sia il “caricamento dei prodotti” che il supporto a discapito di altre attività.

“Ridurre” a un singolo tipo di prodotto, come le macchine per il caffè, consentirebbe di investire tempo, energia e denaro in un campo molto più ristretto, che produrrebbe risultati più forti.

È molto più facile posizionare il tuo marchio come esperto mondiale di macchine da caffè piuttosto che di prodotti da cucina in generale.

Se hai anche un negozio fisico, dovrai valutare come posizionare il tuo marchio (brand). In generale il imo suggerimento è:

un negozio fisico, un brand. Un negozio online, un altro brand

Mentre scegli la tua nicchia, pensa ai tipi di prodotti che ti interessano. Avviare la tua attività e costruire il tuo marchio sarà molto più semplice e gratificante se scegli un settore a cui sei appassionato.

Considera anche i tuoi possibili fornitori per questi articoli. Farai tu stesso un prodotto o comprerai l’inventario da un grossista? Inizierai con drop-shipping? Come gestirai il magazzino? Ordinerai “in base al venduto”? Queste sono domande importanti per la creazione di un business plan praticabile.

Secondo Passo
Scegli il nome di dominio giusto

Il tuo nome di dominio o URL è l’indirizzo web che un cliente digiterebbe nel proprio browser per trovare il tuo sito web. E’ lo stesso che apparirebbe sui motori di ricerca.

È una buona idea “nominare” la tua attività con il nome del tuo dominio. In questo modo, sarai in grado di scegliere un dominio che rifletta la tua attività evitando problemi come la scelta di un nome commerciale che non funziona come un nome di dominio o che è già utilizzato.

Ricorda la regola del “un negozio fisico, un brand. Un negozio online, un altro brand”

È molto importante scegliere il nome di dominio giusto. I nomi di dominio devono essere brevi, memorabili e chiari.

Se il nome della tua attività commerciale non include già parole chiave correlate ai prodotti che vendi, devi aggiungere la parola chiave più importante al nome del tuo dominio ai fini SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca).

Il tuo nome di dominio dovrebbe anche essere facile da pronunciare ad alta voce. Quando parli della tua attività, non devi andare nei dettagli per spiegare come si scrive il tuo nome di dominio.

Stai lontano dalle parole che suonano troppo simili ad altre parole, cifre mescolate con numeri esplicitati e qualsiasi altra cosa che suoni goffamente o ambiguo ad alta voce, compresi i trattini.

Oggi le persone sono abituate a scrivere nomi di dominio come “una sola parola”, quindi i trattini fanno male alla chiarezza più di quanto non aiutino.

Terzo Passo
Costruisci il tuo negozio online

Molti nuovi imprenditori hanno paura di iniziare a creare un sito Web perché si preoccupano della propria mancanza di conoscenze tecniche, ma oggi è possibile creare un negozio online bello ed efficace senza scrivere una singola riga di codice.

La chiave di volta sta nel trovare una soluzione di e-commerce che abbia tutti gli strumenti necessari per costruire il tuo negozio online, aggiungere prodotti, creare un checkout e altri elementi essenziali.

È importante scegliere il software eCommerce perfetto per la tua attività in modo da non dover pagare un extra per le funzionalità necessarie e quindi la tua azienda può crescere senza essere vincolata dalle limitazioni del software.

Allo stesso tempo è fondamentale avere chiaro il modello di business per l’ eCommerce che vuoi adottare. Alcune soluzioni software sono più adatte di altre a gestire alcuni processi come il magazzino, le diverse valute e lingua ecc.

Se hai già un sito web evita di “aggiungere” un sito eCommerce a quel sito!

Perché?

Le ragioni sono innumerevoli, in primis la regola “un negozio fisico, un brand. Un negozio online, un altro brand”. Poi si aggiungerebbero delle complicazioni tecniche sulle quali le varie agenzie web lucrerebbero senza esitare aumentando la complessità dei tuoi sistemi.

Quarto Passo
Ricevi pagamenti sul tuo conto bancario

Esistono alcuni modi per iniziare ad accettare pagamenti online e alcuni sono più veloci e più facili di altri. Potresti seguire il percorso di integrare il pagamento online con carta di credito dal tuo conto corrente.

Oppure puoi saltare quel passaggio e utilizzare un processore di pagamento che non ha tali requisiti, come PayPal, Square o Stripe.

Queste sono tutte ottime opzioni in quanto sono facili da configurare e già integrate nella maggior parte dei software di e-commerce.

Le carte di credito sono il metodo più popolare per pagare online, ma vale la pena includere anche fornitori di servizi di pagamento alternativi. Le soluzioni di portafoglio digitale come Apple Pay, Google Pay, Amazon Pay, Visa Checkout e Masterpass offrono un’alternativa rapida per i clienti che non desiderano inserire il numero della carta di credito mentre fanno acquisti.

Questi servizi forniscono un metodo per salvare le informazioni di pagamento da utilizzare su più siti Web. Altri tipi di pagamento alternativi includono criptovaluta, finanziamenti ai clienti e altro.

Se hai già un negozio tradizionale, il tuo attuale processore POS dovrebbe essere in grado di offrire un’estensione del loro servizio in modo da poter utilizzare lo stesso fornitore per effettuare pagamenti sul tuo sito web.

Viceversa, se stai iniziando con un sito Web il tuo software di eCommerce dovrebbe includere un sistema POS o la compatibilità con soluzioni di  POS virtuale per le transazioni telefoniche (che però sono poco gradite)

Quinto Passo
Seleziona i tuoi metodi di spedizione

La spedizione è al centro dell’ eCommerce. Un esempio per tutti è Amazon. Il cavallo di battaglia di Amazon è stato da sempre la velocità delle spedizioni, i costi contenuti aderendo ai i programmi specifici, l’affidabilità.

Poiché i tuoi clienti effettuano ordini online, a meno che tu non stia vendendo download digitali come ebook o file musicali, avrai bisogno di fare un accordo commerciale con uno o più servizi di spedizione. Se vendi prodotti fisici, dovrai decidere quale corriere o spedizionieri utilizzare e determinare le tariffe appropriate per l’addebito al cliente.

È fondamentale comprendere le dinamiche della spedizione nel tuo e-commerce in modo da poter prendere le giuste decisioni.

La spedizione gratuita è incredibilmente apprezzata nei negozi online. Se dovrai assorbire i costi, è consigliabile iniziare a utilizzare le tariffe in tempo reale fornite dal corriere.

Le tariffe in tempo reale vengono calcolate automaticamente mentre il cliente mette insieme il suo ordine. Fai però attenzione a non sovraccaricare il cliente con questi costi oppure, al contrario a sostenere troppi costi.

Per ottenere queste tariffe in tempo reale sul tuo sito Web, devi utilizzare una soluzione di eCommerce che offre un set completo di strumenti di spedizione per la vendita online, comprese le integrazioni con il tuo corriere preferito per trasferire le tariffe al tuo negozio online, pur offrendo la libertà per scegliere i metodi di spedizione esatti che desideri offrire.

Sesto Passo
Promuovi il tuo negozio online

Dovresti iniziare subito a promuovere il tuo negozio online per garantire un flusso costante di clienti. La migliore forma di marketing per un eCommerce è un approccio poliedrico che include social media, newsletter e-mail, ottimizzazione dei motori di ricerca e pubblicità a pagamento.

Puoi anche eseguire promozioni e coupon regolari, come sconti sui prodotti e persino offerte giornaliere o offerte di gruppo se il tuo software di e-commerce li supporta. Personalmente non amo queste forme di “riduzione di prezzo”. Al loro posto preferisco scegliere delle forme di “regalo” o “side selling” senza ridurre il prezzo del prodotto. Ma ogni caso necessita di valutazioni specifiche.

I social media come Facebook sono un ottimo modo per far conoscere il tuo nome e interagire con i clienti. Dovresti creare una Pagina aziendale di Facebook e caricarla con immagini e informazioni sull’azienda, ovviamente con un link al tuo sito web.

Instagram e Pinterest sono mezzi di coinvolgimento molto efficaci. Maggiori dettagli sulla vendita su Facebook, Instagram e Pinterest sono inclusi più avanti in questa guida.

Una forma di vendita che funziona sempre è quella via email (DEM: Direct Email Marketing). Le newsletter, ad esempio, possono essere inviate regolarmente per informare i clienti sulle vendite imminenti, i nuovi prodotti e altre notizie.

Le tue newsletter dovrebbero essere interessanti e divertenti da leggere, piuttosto che solo pubblicità palese, e non dovresti inviarle troppo spesso.

È inoltre possibile inviare una newsletter aggiuntiva in rare, occasioni importanti come una versione del prodotto molto atteso.

Insomma, per le DEM ci sono alcune regole e pratiche consolidate che dovresti conoscere e seguire.

L’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) per l’eCommerce aiuta i nuovi clienti a scoprire il tuo sito Web attraverso ricerche su Google, Bing e altri motori di ricerca.

Ricorda che il 92% delle vendite online, iniziano con una ricerca!

Puoi migliorare il tuo SEO fornendo contenuti di alta qualità sul tuo sito Web che coprono le parole chiave appropriate per i tuoi prodotti, sia nel contenuto della tua pagina web che negli articoli del blog.

L’aspetto tecnico del SEO – come la struttura corretta dell’URL, la velocità della pagina, i metadati, le sitemap XML e altro – è un po ‘più difficile da gestire correttamente a meno che il tuo software eCommerce non segua le migliori pratiche SEO.

Ultimo e Passo FONDAMENTALE
Fai WEB MARKETING sin da subito. Senza web marketing non vai da nessuna parte!

La promozione del tuo negozio online è la parte più importante del business online. Il marketing online è l’area di investimento più produttiva per i siti di ecommerce.

Nel fare web marketing dovrai investire del tempo “in prima persona” per comprendere quali sono le leve giuste per il tuo buosiness. Sono attività che, soprattutto all’inizio, NON DEVI DELEGARE.

Se vuoi capire quanto è importante il web marketing per la tua attività di ecommerce, allora contattaci subito.

Se vuoi sapere come fare per

essere posizionato nella mente delle persone come PRIMO POSTO in cui devono andare nel momento in cui vogliono comprare i tuoi prodotti o servizi, puoi contattarmi direttamente

Summary
Come vendere online nel 2020 - La GUIDA per imprenditori
Article Name
Come vendere online nel 2020 - La GUIDA per imprenditori
Description
Facendo tesoro dei diversi progetti di ecommerce a cui lavoriamo, vi proponiamo una serie di “mosse” da fare per avere successo nel mercato delle vendite online
Author
Publisher Name
GAUDiBiLiA
Publisher Logo
Menu